SRC Crasà

Italia, Sicilia

SRC Crasà

Rori Parasiliti / Catania

Esserci. Significato della sigla SRC dell’azienda Crasà, che ha sede a Randazzo, Sicilia, in contrada Calderara. Nasce nel 2012 da un’idea di Rori, Cinzia e Sandra, da sempre appassionati di vino e innamorati del territorio del versante nord dell’Etna, con il progetto di creare un vino che rispetti e rispecchi il territorio di quell’isola feconda chiamata Sicilia. 

I lavori in vigna solo limitati all’essenziale, la terra viene lavorata massimo due volte all’anno lasciando che le erbe spontanee crescano libere e la maggior parte delle lavorazioni vengono eseguite a mano. I trattamenti (zolfo, farina di roccia, propoli) vengono effettuati solo se strettamente necessari e la stessa filosofia viene seguita anche in cantina, per essere meno interventisti possibile sui vini. I terreni si estendono per 12 ettari vedendo coltivati, come da vecchia tradizione contadina, oltre ai vigneti di Nerello Mascalese, Grenache, Catarratto, Coda di Volpe, Insolia e Minnella, anche uliveti e piante da frutto. Il tutto incastonato tra boschi e cumuli di pietre.

Tra i più rappresentativi il bianco Piraoe il rosso Rivaggi, entrambi da contrade in altitudine nei territori di Randazzo, e il rosso Alberello, dalla contrada Crasà, tutti e tre da vigne vecchie e capaci di restituire un vero spaccato del territorio. A partire dall’annata 2018 Rori, Cinzia e Sandra hanno deciso di produrre un secondo bianco, blend di diverse contrade, e un quarto vino rosso, dalla vigna Barbabecchi a Castiglione di Sicilia, in attesa di riuscire a soddisfare un loro grande desiderio: una bollicina da Nerello Mascalese. Si definiscono così vini che si vogliono imporre sul territorio perché voglionoesserci.

ANNO DI FONDAZIONE: 2012

ETTARI COLTIVATI: 18

VITIGNI COLTIVATI: Carricante, Grecanico, Grenache, Nerello Mascalese

Bottiglie prodotte: 20.000

CERTIFICAZIONI: SMC

Vini di questo produttore

Spedizione gratuita a partire da 39€