Dal cartone al legno: conversazione con Alessandro Dettori

Editoriale //

Dal cartone al legno: conversazione con Alessandro Dettori

Scritto da

Abbiamo fatto una chiacchierata con Alessandro Dettori per farci spiegare meglio la sua scelta di sostituire completamente il cartone con il legno per l’imballaggio e lo stoccaggio delle bottiglie di vino.

Le casse di legno hanno da sempre impreziosito le bottiglie di vino. Solitamente però sono relegate a pochissime occasioni ed esemplari: per le confezioni regalo o per bottiglie in formato magnum. Quando abbiamo saputo che Alessandro Dettori aveva deciso di utilizzare il legno come imballaggio esclusivo per i suoi vini (fatta eccezione per i Renosu, i vini quotidiani della linea di Tenute Dettori), ci è venuto spontaneo chiederci se fosse semplicemente una scelta stilistica o se ci fosse sotto qualcosa di più. Conoscendo Alessandro, potevamo già immaginare la risposta. Così abbiamo alzato il telefono e, dopo qualche tentativo andato a vuoto, ci ha risposto.

“Ciao Ale. Ti rubiamo solo un minuto. Volevamo che ci raccontassi qualcosa di più sull’idea delle scatole di legno”.

Più che di idea parlerei di esigenza personale. Avevo in mente di utilizzare le casse di legno sin dall’inizio della mia avventura a Tenute Dettori, dal momento in cui mio padre mi ha persmesso di imbottigliare il vino anziché venderlo sfuso. L’entusiasmo di quei tempi però si è dovuto scontrare con la realtà: in Sardegna non esisteva nessun produttore di cassette di legno e i costi per trasportarle vuote dal continente all’isola, specialmente per i volumi occupati, erano proibitivi. Quindi alla fine rinunciai.” 

“E poi cos’è successo?”

“Poi è successo che come tanti altri, durante il lockdown, ho ritrovato il mio tempo, la lucidità e la forza per compiere finalmente questo salto in avanti, anche grazie al fatto di aver trovato un produttore che le fa pieghevoli, in modo da poterle portare fino in Sardegna molto più comodamente. Come ti ho detto per me era proprio una necessità: la scatola di cartone logisticamente è un ottimo imballaggio, ma la cassa di legno è una vera e propria casa che protegge e custodisce quelle bottiglie che per noi non sono affatto un risultato scontato.

La Romangia di certo aiuta molto, da millenni è uno dei luoghi vocati più antichi della viticoltura sarda, specialmente per il cannonau, che qui da noi si chiama con il suo nome specifico antico: retagliadu nieddu. Ogni anno, questo territorio continua a stupirmi per quanto ti restituisce. Ma è solo quando arrivi a mettere in bottiglia il vino di Badde Nigolosu, a volte dopo anche dopo 5 anni di vasca di cemento, che realizzi quanto lavoro serve. Un lavoro di fatica tanto fisica, quanto psicologica. Per questo motivo mi ha sempre dato fastidio quelle bottiglie nude, svestite. Le casse di legno rendono giustizia sia all’incantesimo di questo territorio, sia al nostro duro lavoro”.

“Che tipo di legno usi? Cambia qualcosa per quanto riguarda la conservazione/affinamento dei vini rispetto al cartone?”

“Ho scelto il legno di betulla proveniente da una gestione forestale rispettosa dell’ambiente, socialmente utile ed economicamente sostenibile. La cultura cinese ha sempre apprezzato le proprietà curative di questo tipo di legno e i popoli germanici ne estraevano un succo ricostituente e afrodisiaco ricco di vitamina C, calcio, potassio e acido tannico. I druidi la usavano contro la caduta dei capelli, oggi invece è alla base di alcuni rimedi naturali che aiutano in caso di malattie al fegato, ritenzione idrica, diabete, reumatismi e malattie renali. Questo è quello che ho scoperto informandomi e studiando, ma per verificare gli effetti del legno sulla conservazione e l’affinamento del vino, ovviamente, è ancora troppo presto”.

“A livello di sostenibilità, non è meglio usare il cartone?”

Se fosse stato meno sostenibile non lo avrei utilizzato. All’apparenza può sembrare strano, ma in realtà c’è poco da spiegare. Essendo la carta un derivato del legno, è naturale che il processo di produzione del cartone cominci dove finisce il processo di produzione del legno. A ciò aggiungiamo che anche il riciclo della carta è un processo parecchio impattante, invece la casse di legno, rimangono e le riutilizzi, perché, oltre che utili e sostenibili, sono anche belle!"

Scopri i produttori Triple “A”