Privacy Policy Cookies Policy
La policoltura secondo Keltis

Appunti dalla dispensa //

La policoltura secondo Keltis

Scritto da

FFederico Francesco Ferrero è andato nella zona sud-orientale della Slovenia a trovare la famiglia Kelhar, per scoprire cosa significa "policoltura" nella realtà di Keltis.

LA FATTORIA DELLA FAMIGLIA KELHAR, IL PROGETTO KELTIS

Keltis è il progetto agricolo della famiglia Kelhar che, di generazione in generazione, ha coltivato le proprie terre per più di due secoli, nel paesino di Bizeljsko nella bassa Stiria, nella zona sud-orientale della Slovenia, al confine con la Croazia. Da sempre la fattoria dei Kelhar ha avuto una vocazione policolturale con l'allevamento di vacche, alberi da frutto, orto e, dalla fine degli anni '80, con una rinnovata spinta alla viticoltura con i primi vini imbottigliati Keltis nel 1989.

Oggi a condurre l'azienda c'è Miha, anche se il padre Mario non abbandona mai l’azienda.

Dal 2009 l’azienda è certificata biologica, conduce i vigneti con pratiche biodinamiche dal 2019 e ha ottenuto la certificazione Demeter dal 2022. Si coltivano 10 varietà diverse per la produzione in maggioranza di vini bianchi e spumanti da uve Muscat, Chardonnay, Rumeni Plavec, Pinot Noir e un 15% di vini rossi da uve Merlot e Cabernet in prevalenza. Anche se la cuvée Zan Red, che rappresenta il rosso base di Keltis, è ottenuto unicamente da vitigni locali: Zametovka, Kraljevina, Blue Franconian, Welchriesling.

Il clima della zona, favorevole alla vite, è temperato e i terreni marnosi conferiscono mineralità, che viene espressa soprattutto nei vini da lunga macerazione.

All’interno dell’azienda troviamo cinque ettari di vigneto, per un totale di 25.000 piante, circondate da 13 ettari di bosco. Un polmone verde che protegge l’ecosistema dei vigneti e fornisce il legname da cui la famiglia ricava le botti per la cantina. Nei 2,5 ettari di pascolo si muovono durante l’anno tra le tre e le cinque mucche da latte e i loro vitelli, che insieme alle pesche e albicocche del nuovo frutteto di due ettari, contribuiscono all’economia della fattoria.  A questo si aggiunge un piccolo orto dedicato al consumo domestico che rifornisce la famiglia di verdure e ortaggi freschi per tutto l’anno.

Le lavorazioni del terreno sono limitate allo spargimento del compost, prodotto dai bovini della fattoria, all’interno dei vigneti ogni due anni: in questo modo si garantisce che il terreno non risulti troppo impoverito dalla presenza costante della coltura.

Le produzioni aziendali durante l’anno si stimano in circa 35 tonnellate di uva provenienti dai vigneti, e 1000 kg di albicocche e 3000 kg di mele che provengono dal giovane frutteto. In base all’andamento dell’annata e del meteo alcuni anni le produzioni crescono o diminuiscono, ma all’incirca sono 30.000 le bottiglie di vino che vengono prodotte all’anno dalla fattoria Keltis tramite le uve aziendali. 

Scopri i produttori Triple “A”

Scopri i Vini Triple “A”

Spedizione gratuita a partire da 39€