Triple A

Triple A

Triple A

Seguici su:
Facebook YouTube Contatti

Medium
13 April

#NEWENTRYTRIPLEA 2018 – Musella

Diamo il benvenuto alla new entry della settimana: Musella (San Martino Buon Albergo)

Musella è una fortunata tenuta storica situata nel paese di San Martino Buon Albergo, alle porte di Verona, nella direzione del sol Levante. La sua storia antica ci riporta a storie di uomini e di donne, che nei secoli hanno popolato queste terre e questi boschi ricchi di un fascino d'altri tempi. Musella è immersa in questa pace e lavora nel rispetto del paesaggio circostante, prendendosi cura delle vigne quasi come se fossero parte della loro famiglia. Come dice bene Maddalena Pasqua: “la biodinamica è la pratica perfetta per un rapporto di cura e scambio con la Natura, che tanto ci dona e che tanto corrisponde a questa nostra attenzione”.
La presenza tangibile degli animali del bosco, in primis cervi, cinghiali, falchi e poi gli altri che piano piano si stanno inserendo, galline, asini, mucche, maiali, i fiori e le piante spontanee sono la prova di quanto questi terreni siano incontaminati. Infatti, la famiglia Pasqua, si definisce “gelosa” custode dell'originale integrità: incoraggiano, conducono e sollecitano un'energia viva ed intensa (che si ritrova oggi anche nei loro vini).
È proprio in queste terre di ampie vedute, che i vitigni tradizionali a bacca rossa (Corvina, Corvinone e Rondinella) insieme ad alcuni vitigni a bacca bianca (Garganega e Pinot Bianco) vivono e se la godono, regalando in cambio un Valpolicella puro, brillante, gioviale, tradizionalmente da bere, e anche nella sua versione più austera, l'Amarone, che invece si manifesta disteso e disponibile, senza costrizione alcuna.
Le piccole botti di rovere tostato stanno lasciando mano a mano la cantina della famiglia Pasqua per lasciare spazio a grandi botti di rovere quasi non più tostate, a vari contenitori di cemento, uova, tulipani e ora anche a diversi contenitori di marmo. Sì, perché il marmo rosso di Verona è la pietra caratteristica di quelle zone, che vibra di vita nelle prove enoiche che Maddalena sta conducendo sul suo vino bianco da uve tradizionali Garganega.

Commenti

Al momento non ci sono commenti.

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori