Triple A

Triple A

Triple A

Seguici su:
Facebook YouTube Contatti

Medium
29 November

Bianchdùdùi, il vin jaune piemontese!

Biancdùdùi è un vino da uve 100% moscato di Canelli della vendemmia 2000.
Gianluigi Bera racconta che per una serie di motivi in cantina è stata dimenticata una vasca (autoclave) che ha iniziato a fermentare (lentamente); salendo l'alcol l'ha spostato in una vasca inox dove ha continuato a fermentare molto lentamente per 2 anni ed è andato a secco.

Nella vasca il vino ha creato un velo di lieviti che gli ha conferito quelle note tipiche dei vini ossidativi (affinati "bajo flor"). A questo punto il vino non aveva più le note tipiche del moscato secco e nemmeno le caratteristiche del dolce. Gianluigi ha deciso di aspettare, riassaggiandolo di anno in anno e pensando, a volte, anche di mandarlo in distillazione. In uno di questi riassaggi Alessandra, la sorella di Gianluigi, l'ha trovato fantastico e hanno deciso quindi di imbottigliarlo.

L' ideogramma sull'etichetta è carattere cinese, scritto da Gainluigi e si legge come UAH o QUE (keu) --> Armonia.

Imbottigliato a Giugno 2016. SO2 aggiunta solo in vinificazione. Nessuna aggiunta, né filtrazione prima di andare in bottiglia. Si tratta di un vino vergine affinato 15 anni sotto film di lieviti. Ha caratteristiche di sapidità e mineralità abbinate a sentori ossidativi.
Resiste benissimo a bottiglia aperta ed è molto versatile negli abbinamenti:
-perfetto con formaggi tipo Beaufort o Comté;
-ottimo con aringhe in carpione;
-ok con le cucine etniche/indiana e Thai
Servire a 10-12°C

Commenti

Al momento non ci sono commenti.

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori