Triple A

Triple A

Triple A

Seguici su:
Facebook YouTube Contatti

Medium
20 March

SIAMO ALLE SOLITE!!!

Chi fa le cose come dovrebbero essere fatte, viene avversato da regole che sono insensate e che favoriscono la standardizzazione dei prodotti.
Quindi anche Massimiliano Calabretta é stato costretto con il suo Etna Rosso (una delle migliori espressioni del terroir etneo, riconosciuto dal NewYorkTimes come il migliore con l'annata 2002) a "riclassificare" il suo vino.
Queste sono le sue parole: "Al fine di evitare la rivedibilità o la bocciatura del rosso atto a Etna da parte della commissione di degustazione e i relativi ritardi di uscita del vino quando ritenuto pronto, ho preferito per il futuro riclassificare il vino come IGT e denominarlo Vigne Vecchie.
Vigne Vecchie (ex Etna Rosso) aumenta l’identità, perché prodotto da uve di piante molto vecchie. Le piante giovani concorrono nel Gaio Gaio e in parte nel Cala Cala”.

EVVIVA I CARTELLINI ROSSI!!!

Commenti

Al momento non ci sono commenti.

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori